About Us


Siamo un gruppo di africani e afroitaliani a cui il progetto di Arising Africans sta a cuore. L’idea di risveglio africano e la necessità di  rilanciare un’immagine non stereotipata dell’Africa è il collante del gruppo.Grazie alla collaborazione di tutti, il concept sta prendendo sempre più forma grazie alla loro collaborazione; abbiamo tutti percorsi simili ma diversi e stiamo cercando di unire le forze per questo comune fine. Abbiamo moltissimi progetti in serbo e non vediamo l'ora di collaborare anche con altri enti già presenti nel territorio.

ADA UGO ABARA

Mi chiamo Ada, sono nigeriana, afroitaliana e sono una sognatrice.
Dopo la Laurea triennale in Scienze Politiche, Relazioni Internazionali, Diritti Umani a Padova, sto attualmente frequentando la Laurea Magistrale in Cooperazione, Sviluppo e Innovazione nell’Economia Globale a Torino. Nel corso dei miei studi la voglia di imparare a conoscere me stessa e le mie radici mi ha spinto ad avvicinarmi al tema del risveglio africano. Sono una di quelle persone che credono nella prossimità di un cambiamento che rilancerà l’immagine dell’Africa e restituirà al continente il ruolo che le spetta nel mondo. Vivendo in Italia la mia consapevolezza sulla percezione che si ha dell’Africa e degli africani mi ha fornito più elementi su cui riflettere.

Quando le persone ti vedono per la prima volta non valutano realmente il tuo profilo educativo, la tua educazione ma notano il colore della tua pelle; ogni tuo attributo positivo viene considerato un’eccezione. Il motivo è che non conoscendo nulla o quasi nulla dell’Africa, le persone si concentrano su ciò che trasmettono i media.
L'immaginario negativo che ne emerge si concretizza soprattutto nella differenza delle opportunità. Se un africano o un afroitaliano e un italiano si presentano allo stesso colloquio e i primi hanno un CV leggermento migliore, l’esito non sarà troppo scontato. A questo poi si aggiungono i disagi legati alla cittadinanza, basti pensare che i più non concepiscono il concetto di afroitalianità!

Questa è la mia visione di Arising Africans! Questo è il luogo dove africani, afroitaliani, italiani e chiunque voglia lavorare PER l’Africa, possono lavorare insieme e iniziare a fare la differenza. Questo progetto dovrebbe fungere da intermediario tra le due realtà, quella in Africa e quella in Italia; è un modo per collaborare anche con le altre realtà già operanti nel territorio. 

EMMANUEL M'BAYO MERTENS

Mi chiamo Emmanuel Mertens, sono nato in Germania, cresciuto in Congo e attualmente vivo e lavoro in Italia. Sono un SOGNATORE.

Sogno l’abbattimento di pensieri e sentieri prefissati e la creazione di una realtà nuova, diversa e non basata su mandati e preconcetti secolari. Sogno la presa di coscienze universale e la consapevolezza del potere del singolo di contribuire alla progettazione di un futuro migliore. Sogno il risveglio dell’Africa, non per forza economico in quanto il concetto di Economia attuale porta alla distruzione certa del magnifico retaggio messo gratuitamente nelle nostre mani e da tramandare ai nostri discendenti, ovvero il pianeta nel quale viviamo (Terra).

Ma un sogno è fatto da emozioni, idee e sensazioni; per realizzarsi ha bisogno di un catalizzatore, SPERO vivamente che Arising Africans possa diventare uno dei tanti catalizzatori.


ANABELL BOAMAH OWUSU

Mi chiamo Anabell Owusu, sono nata in Ghana ma residente in Italia da quando avevo 9 anni, attualmente sono una studentessa iscritta al corso di laurea triennale in Scienze Politiche, Ralazioni Internazionali, Diritti Umani presso l'Università degli Studi di Padova. 

Crescendo ho realizzato il ruolo importante che ha avuto il fatto di vivere in Italia  nella definizione di chi sono e di quanto naturalmente io mi riconosca sia come un'Italiana   sia  come una Ghanese in egual modo, anche se le società a cui appartengo non mi riconoscono come tale.

Questo ha suscitato in me la voglia di cambiare questo modo di percepire la mia situazione e quella di molti altri come me che nonostante abbiano trascorso tutta la loro vita in Italia sanno che non verranno mai considerati come Italiani. Io vorrei che nel futuro prossimo, partendo dal presente che gli afroitaliani possano essere liberi e fieri di essere sia Italiani che Africani senza per questo essere discriminati. A mio parere Arising Africans può essere l'inizio di questo cambiamento, una rivoluzione pacifica con lo scopo di presentare e far conoscere l'Africa per quello che è e valorizzare le persone africane nonostante le loro diversità perchè io credo sia una mio diritto essere Afro-Italiana.

SARA AKAYESU CARUCCI

Mi chiamo Sara Akayesu Carucci, sono italo rwandese,  frequento l’ ultimo Anno del corso di laurea triennale in Relazioni Internazionali e Diritti Umani della facoltà di scienze politiche dell’ Università di Padova. Sono un’utopista:  sogno il superamento di confini e barriere, e la (ri)scoperta della comunitaria appartenenza alla medesima  famiglia, quella Umana.
Sono afro italiana, e solo negli anni più recenti ho compreso appieno l’ enorme potenziale che deriva dall’ essere frutto ed espressione massima  dell’ incontro tra due culture : in questi anni ho vissuto alla ricerca di un equilibrio tra queste due identità, con la consapevolezza dell’ influenza che entrambe hanno, hanno avuto e continueranno ad avere nel mio quotidiano e nel processo che porterà alla definizione ultima della mia Persona.

Credo strenuamente nel risveglio africano : un Risveglio fatto del potenziale proveniente dalle nuove leve generazionali, costituito da tutti quei nuovi personaggi ed attivisti afro che portano avanti una quotidiana lotta contro l’ indifferenza e la strumentalizzazione occidentale del Continente, un Risveglio che passi attraverso uno scardinamento dell’ iper stereotipata immagine dell’ Africa e degli africani. Un Risveglio che passi tramite un graduale quanto necessario processo di decolonizzazione mentale e culturale.
Credo strenuamente che Arising Africans possa essere la piattaforma ideale tramite la quale avviare questo tipo di  lotta nella nostra realtà : una lotta necessaria oggi come non mai.

Un ringraziamento speciale va a  Angela Abasimi, Valentina Di Stefano, Francesca N'Danou, Blessing Osakue e Cedric Elong che collaborano attivamente con noi e ci aiutano constantemente a crescere.



JULY28


Leave a Reply

Comment Box is loading comments...